PlanningPME API

Indice dei contenuti:

Definizione e ruolo: che cos’è una API?

Una API è un Application Programming Interface (Interfaccia di programmazione di un’applicazione). Spieghiamo cosa significa ognuno di questi termini per capire meglio:

  • - "Application": un Applicazione è un servizio accessibile da una persona o da un programma per computer. Es: Facebook è un applicazione per accedere a reti di amici, Spotify è un'applicazione di streaming musicale, PlanningPME è un'applicazione di pianifica.
  • - "Programming": un programma è un insieme di funzioni comprensibili ad un computer scritte da un programmatore. Es: Se desideri trasformare un codice postale in coordinate geografiche, lo puoi fare a mano, o puoi scrivere un programma che compili i dati per te.
  • - "Interface": un interfaccia mette in connessione due parti, nel nostro caso un'applicazione e programma che la utilizza. Definisce che cosa il programma può chiedere all'applicazione, trasmette la richiesta all'applicazione e fornisce la risposta al programma. Crea un dialogo.


Proprio come quando si usa un telecomando per la TV è l'interfaccia utilizzata che interpreta i comandi e li fa comprendere al televisore. Un'API è l'interfaccia utilizzata da un programmatore per interagire con un'applicazione.

L'API PlanningPME è quindi l'interfaccia dell'applicazione PlanningPME e svolge un ruolo fondamentale.
Come punto di passaggio obbligatorio, è in grado di identificare gli accessi, le trasmissioni sicure, controllare il volume delle richieste, ecc ...

Volumi di scambio: quali sono i limiti di chiamate alle PlanningPME API?

Ogni installazione di un'API PlanningPME è accessibile tramite una chiave protetta, denominata AppKey, che autentica un programma (o una serie di programmi) nell'API.

Per default, la stessa AppKey ha un volume di richieste massimo di 2.000 all'ora.
Oltre questo limite, il proprietario della chiave verrà informato del superamento e il suo piano verrà adeguato in base al seguente piano tariffario.

BasicMilliMicroNanoPlus
2 000 richieste per ora3 000 richieste per ora5 000 richieste per ora8 000 richieste per ora+ 10 000 richieste per ora
Gratis15 € / mese30 € / mese50 € / meseConsultateci

Es: il mio programma fa 4.500 richieste in meno di un'ora con la stessa AppKey, mi viene notificato per e-mail che la mia quota oraria ha raggiunto la sezione "Micro" e che alla fine del mese mi verranno addebitati € 50.

Oltre le 10.000 richieste all'ora è obbligatorio un accordo preliminare.
Qualsiasi chiave che esce da questa quota massima di utilizzo autorizzato verrà immediatamente disattivata.

Classificazione: quali sono le differenze tra una API standard e una personalizzata?

L'API PlanningPME ha due tipi di operazioni.

L'API standard consente di eseguire tutte le operazioni di base sull'applicazione PlanningPME.

Es: aggiungi / modifica / cancella un evento, aggiorna un cliente / progetto / risorsa, modifica i diritti di un gruppo, modifica un'opzione, ecc …

Tutte queste operazioni sono descritte nella documentazione interattiva.

L'API personalizzata consente di eseguire operazioni massive sull'applicazione PlanningPME e imposta queste operazioni all'interno dei modelli di integrazione.

Es: invio le informazioni aggiornate dei miei 25.000 clienti all'API, in una singola richiesta e in un formato predefinito e personalizzato, l'API è responsabile dell'aggiornamento dei clienti esistenti, dell'aggiunta di nuovi o persino dell'eliminazione dei clienti obsoleti.

Queste operazioni, chiamate anche operazioni di integrazione (metodo "integrazione" dell'API), sono definite all'interno dei modelli di integrazione.

Si consiglia vivamente di utilizzare l'API personalizzata per implementare qualsiasi sincronizzazione di massa (tipo client / risorsa / progetto ad esempio), in modo da non superare iintegrazione personalizzata per maggiori dettagli.